Quanto tempo ci vuole per dimagrire?

Ecco una delle domande più gettonate: quanto ci vuole per dimagrire.

Rispondo subito ma prima vi racconto una cosa.

Di recente ho sofferto di lombosciatalgia, l’infiammazione del nervo sciatico, e mi sono rivolto ad un Fisioterapista. Durante il trattamento mi venne fatto notare come la mia schiena avesse dei blocchi e delle tensioni che mi trascinavo da anni. Nelle ore successive al trattamento avvertii, infatti, una sensazione di mobilità alla schiena mai provata che mi fece quasi impressione. Essendo il Fisioterapista in questione un mio carissimo amico lo rividi la sera stessa per una birra e approfittai dell’occasione per chiedergli se quella mia neoacquisita mobilità sarebbe stata permanente; lui sorrise, rimase qualche secondo zitto e poi, sempre sorridendo, disse: “hai la schiena bloccata da vent’anni e pensi di aver risolto in un giorno?”. In quell’istante ricordo di aver pensato: “anche tu predichi bene e razzoli male..”

La verità è che il tutto e subito piace, eccome se piace. È per questo che ogni settimana spunta fuori una nuova dieta che promette di dimagrire velocemente; è semplicemente la risposta (disonesta) ad una domanda. Per noi del settore queste diete sono, in realtà, tutte uguali. Che si chiamino detox o dieta del magnesio o dieta del limone, il concetto di base è sempre lo stesso: sono tutte ipocaloriche e ipoglucidiche. Tradotto, mangi poco e quel poco non sono carboidrati. E come mai sono tutte così? perché in effetti il peso scende velocemente; peccato che non sia grasso. Ecco dove sta l’inganno: i supporter di queste diete sfruttano il fatto che noi tutti utilizziamo come giudice la bilancia, che è uno strumento grossolano. Vediamo il peso scendere e siamo felici ma in realtà abbiamo perso solo acqua e glicogeno (riserve energetiche muscolari). Il grasso non può “bruciare” a questa velocità.
Se vogliamo dimagrire davvero, cioè perdere massa grassa, dobbiamo pensare in ottica di mesi, non di giorni.

Si si bravo bravo, ma quanto tempo ci vuole per dimagrire? quanto devo perdere in un mese?

Ok ok, mi butto; se proprio occorre dare una cifra, direi circa 3 chili al mese, ad inizio dieta. Ovviamente è un valore medio da prendere MOLTO con le pinze: potrò mai paragonare una persona anziana gravemente obesa che fatica a camminare con un atleta post infortunio?
Come mai circa tre chili? è un discorso prettamente matematico ma per comprenderlo è necessario avere ben chiaro un concetto: noi dimagriamo quando, con l’alimentazione, introduciamo meno energia (calorie) di quella che il nostro corpo necessita, costringendo il nostro corpo a prendere quella energia mancante dalle riserve corporee, cioè il grasso. Ci sono altre variabili in gioco ma questo è il requisito base, necessario e consolidato.
Quindi da una parte c’è l’energia di cui il nostro corpo ha bisogno, il fabbisogno energetico, e dall’altra quella che inseriamo noi con il cibo: se mangiamo di più del fabbisogno energetico siamo in surplus calorico, altrimenti siamo in deficit calorico.

Torniamo ai 3 chili. Un chilo di grasso sono 7000 kcal, quindi per perderlo occorre avere un deficit di 7000 kcal. Incredibile, vero? E quanto ci vuole? considerando un deficit calorico di 1000 kcal al giorno (ed è davvero tanto, credetemi) ci metteremmo circa una settimana, perdendo poco meno di 150 grammi di grasso al giorno. Mantenendo questo ritmo sono 4 chili al mese ma conteggiando qualche “sgarro”, più che fisiologico, arrotondiamo a tre.
Da questi numeri è lampante come i “5 chili in 7 giorni” pubblicizzati da pseudoguru e centri di bellezza non siano realistici se non a discapito di altre componenti corporee (idratazione in primis). Cinque chili sono 35000 kcal e per raggiungere tale deficit in 7 giorni non basterebbero due maratone al giorno!

Detto ciò..
In una persona obesa il mero responso della bilancia è sicuramente importante. In una persona lievemente sovrappeso o fuori forma è molto più importante la QUALITÀ del dimagrimento.