Plicometria

Che cos’è la Plicometria?

La plicometria è una metodica utilizzata per stimare la massa grassa corporea. A differenza della bilancia, che ci fornisce solo il peso corporeo, la plicometria, seppur con dei limiti, ci consente di stimare la percentuale di grasso corporeo e di avere dei dati a cui fare riferimento per monitorare i progressi.
Nel dimagrimento, specie quando molto veloce, sono tutte le componenti a calare (idratazione, muscolo, glicogeno, grasso) ed è difficile capire con la sola bilancia a disposizione qual’è la principale responsabile. La plicometria, rilevando per sua natura solo il grasso sottocutaneo, ci dà una indicazione più qualitativa.

In cosa consiste?

Consiste nella rilevazione dello spessore delle pliche cutanee mediante il plicometro, un calibro a molla la cui pressione è standardizzata. Ogni plica è composta da un doppio strato di cute ed il relativo tessuto adiposo sottocutaneo; più o meno il concetto è quello di un pizzicotto lento e profondo fatto con i palmi di indice e pollice.
La rilevazione viene effettuata in standardizzati punti del corpo che si ritiene siano indicativi di tutto il grasso sottocutaneo. In base a quali e quante pliche rileviamo vi sono equazioni matematiche atte a stimare la massa grassa corporea.